Latte ART: La storia e tutti gli elementi che lo rendono vincente

Latte ART: La storia e tutti gli elementi che lo rendono vincente

Con “latte art” si intende un insieme di tecniche per la decorazione del cappuccino, che possono aiutare a dimostrare professionalità, rendendo uniche le tazze che vengono presentate al cliente. Questa tecnica di decorazione è molto apprezzata dal consumatore e si sta pian piano diffondendo tra i baristi italiani, che investono sempre di più nella formazione professionale.

  • Dove e quando nasce questa tecnica?

Noi italiani associamo immediatamente l’espressione “latte art” a tutto ciò che riguarda la decorazione del cappuccino, quasi dando per scontato che significhi “l’arte del latte” In realtà è un’espressione che deriva dalla lingua inglese e precisamente da quello che si parla negli Stati Uniti. Ma la sua invenzione non è stata attribuita ad un americano, bensì ad un italiano! Infatti, questa tecnica di decorazione fu inventata da un barista di Verona, verso la fine degli anni settanta. Quasi per caso scoprì che, versando il latte montato sulla base espresso all’interno della tazza da cappuccino, si creavano giochi di chiaroscuro che davano alla bevanda un aspetto accattivante. All’inizio degli anni ’80, alcuni baristi americani andarono nel suo bar e chiesero di filmare le sue tecniche di montatura e versamento. Da queste riprese nacque una videocassetta in cui questa innovativa tecnica veniva chiamata “Latte Art”.

  • Com’è possibile decorare un cappuccio?

Alla base della decorazione ci dovranno sempre essere due punti fondamentali: un espresso estratto a regola d’arte e una corretta preparazione del latte. Per creare una buona decorazione è utile infatti preparare il latte durante l’erogazione dell’espresso in modo da ottenere una crema maggiormente amalgamata e quindi più facilmente lavorabile. Il latte ideale da utilizzare è intero, fresco e di alta qualità. Queste proprietà contribuiranno a creare una crema dalla trama sottile, elastica e persistente che sarà perfetta per creare disegni. Cominciate con del latte molto freddo, questo permetterà di montare il latte per un tempo più lungo, per ottenere una crema di latte montata in maniera molto fine, senza bolle. Si riempie una lattiera per circa metà della capienza, con la punta della lancia vapore immersa poco sotto la superficie del latte. Si può abbassare leggermente il bricco mentre il latte montando sale. Il latte è pronto quando raggiunge i 60°. Muovendo la lattiera con movimenti larghi e sbattendola sul piano da lavoro si possono far sparire le bolle e far mixare il latte e la crema in modo perfetto.

L’espresso non è meno importante: rappresenta la tela del dipinto, oltre che la base sensoriale da cui partire. Deve avere una consistenza cremosa che faciliterà l’operazione di versamento del latte.

Versare il latte nell’espresso: per disegnare un foglia versare il latte nel centro della tazza, dall’alto verso il basso per far scendere il latte sotto la superficie scura del caffè. Molto lentamente, abbassarsi verso la superficie del cappuccino e cominciare a muovere il bricco a destra e sinistra andando lentamente indietro fino a riempire con il disegno tutta la tazza.

  • Gli strumenti ideali per una perfetta latte art

Per una perfetta latte art è indispensabile utilizzare strumenti professionali di alta qualità. La lattiera è alla base della preparazione dei cappuccini, questa deve avere la giusta conformazione tronco-conica e deve essere dotata di beccucci ben sagomati. Il materiale ideale è l’acciaio inox in quanto trasmette il calore alla mano con rapidità per la corretta valutazione della temperatura, inoltre è facile da pulire e resistente.

Il manico deve essere ergonomico e pratico e il beccuccio che deve essere stretto e poco pronunciato per controllare al meglio la dosatura del latte.

Quante lattiere servono? Più possibili! Il latte non va riscaldato più volte quindi dovremo dotarci di lattiere di diverse dimensioni per avere sempre a disposizione la lattiera che ci serve fredda e pronta ad accogliere il latte.

  Categories: