Coltelli da cucina, quali scegliere?

Coltelli da cucina, quali scegliere?

Spesso si pensa che un solo coltello sia sufficiente per tagliare ogni tipo di ingrediente, ma si sa che ogni materia prima è diversa e questo vale anche per i coltelli da cucina li che si differenziano in base alle loro dimensioni, alla forma della lama e al filo. Queste caratteristiche determinano l’utensile da taglio più adatto alle vostre esigenze che vi permetterà di ottenere risultati migliori. Di seguito riporteremo i principali elementi che differenziano i vari tipi di coltelli da cucina, con lo scopo di portare il lettore ad una scelta consapevole.

Prima di tutto è fondamentale conoscere le parti del coltello, fatto ciò sarà più facile capire le informazioni che seguiranno.

Quali sono i coltelli da cucina indispensabili? Chi utilizza questo strumento per il proprio lavoro come i cuochi, i salumieri o i macellai riesce ad apprezzare le varie particolarità di ogni singola varietà. Per avere una varietà di scelta da vero intenditore anche nella cucina di casa ne bastano principalmente 8.

  • Coltello Pelapatate: è lo strumento più indicato per sbucciare facilmente e velocemente sia frutta che verdura, caratterizzato da una lama curva con dimensioni ridotte.
  • Spelucchino: è un coltello molto versatile, di misura media, adatto per tagliare, lardellare e guarnire.
  • Coltello universale: è dotato di una dentellatura che garantisce la massima resa sulla maggior parte degli alimenti.
  • Coltello da carne: questo coltello deve avere caratteristiche specifiche quali la lunghezza, qualora si vogliano affettare carni con dimensioni importanti, inoltre deve essere slanciato con la punta curva per ottenere un risultato ordinato ed elegante.
  • Coltello da cuoco: adatto sia alle figure professionali che a quelle amatoriali è uno strumento tuttofare. È utilizzato per carne, pesce e anche per frutta, verdura ed erbe aromatiche. La lunghezza della lama va da 20 a 26 cm.
  • Coltello da pane: la lama lunga, dentellata e molto robusta riesce a tagliare ogni tipologia di pane.
  • Coltello per sfilettare: caratterizzato da una lama stretta e flessibile, grazie a questo coltello si sfilettano le carni e i pesci senza sfilacciarli.
  • Coltello Santoku alveolato: gli alveoli sulla lama facilitano il distacco dell’alimento, per questo è utilizzato sia per carne che per pesce e anche verdure.

coltelli da cucina, sceglierli con cura

  Categories: